domenica, Ottobre 24

AMC Theatres conquista la Odeon & UCI

0

La catena statunitense di stabilimenti cinematografici AMC Theatres ha acquisito la gemella europea Odeon & UCI Cinemas Group per un valore di 1,21 miliardi di dollari. L’operazione rende a tutti gli effetti AMC Theatres il più grande operatore di diffusione cinematografica al mondo. Odeon & UCI, presente attivamente anche nelle città del territorio italiano, diventerà una controllata AMC e continuerà ad operare con i suoi marchi attuali. AMC nata nel 1920, Kansas City, Missouri, è stata acquistata nel 2012 dalla società cinese Dalian Wanda Group ed è attualmente impegnata in un altra trattativa che le consentirebbe d’inserire nel suo conglomerato aziendale anche la connazionale Carmike Cinemas Incorporated.

L’amministratore delegato della AMC Theatres, Adam Aron, ha commentato così il successo della trattativa «È un’opportunità che capita una volta per generazione quella di acquisire la catena cinematografica più importante d’europa e creare la catena più grande e migliore del mondo. Con questa transazione AMC trasformerà l’esperienza cinematografica degli spettatori europei» spiega Aron e aggiunge «Riconosciamo che ci sono alcune incertezze legate alla Brexit, ma pensiamo che l’attuale cambio sia molto favorevole alla AMC. Pensiamo che questa transazione genererà, sul lungo periodo, molto valore per i nostri spettatori, le major cinematografiche e i nostri azionisti».

 

(fonte video tratta da canale YouTube ‘Wochit Business‘)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->