martedì, Settembre 21

Ai Weiwei, un pianoforte tra i profughi Il dono alle persone presenti nella tendopoli di Idomeni, al confine tra Grecia e Macedonia

0

Un pianoforte tra i disperati, perché l’arte batte e batterà sempre la guerra. E’ questo il motivo dello speciale dono che l’artista cinese Ai Weiwei ha voluto dare ai profughi della tendopoli di Idomeni, al confine tra Grecia e Macedonia. Sotto una pioggia battente, Ai Weiwei ha assistito nella sua performance una rifugiata siriana, Nour Al Khizam, fuggita da Deirez Zor, e ha filmato le sue canzoni che diverranno parte di un progetto dedicato ai migranti. L’artista ha creato sull’isola di Lesbos e a Berlino un’installazione con i giubbotti di salvataggio dei profughi, che ormai arrivano a centinaia ogni giorni in Europa sognando un futuro diverso da quello di morte e distruzione. «E’ più di una performance, è la vita stessa… l’arte batterà la guerra», ha detto Ai Weiwei. E speriamo davvero che sia così.

(video tratto dal canale Youtube della Reuters)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->