venerdì, Aprile 16

Adios Diego Armando Maradona: i ‘miracoli’ sul campo del Pibe de Oro Se è andato uno dei più grandi giocatori del XX secolo. Ecco i suoi indimenticabili goal

0

La notizia della morte di Diego Armando Maradona è stata data dal quotidiano ‘Clarin’ riferendo che sarebbe morto per un arresto cardiorespiratorio mentre si trovava nella casa di Tigres, zona alla periferia di Buenos Aires dove si era trasferito dopo essere stato dimesso dalla clinica dov’era stato operato al cervello

“Il mondo intero piange la scomparsa di Maradona, che con il suo talento ineguagliabile ha scritto pagine indimenticabili della storia del calcio. Addio eterno campione”, è stato il tweet del presidente del Consiglio Giuseppe Conte. «È stato il più immenso, ha riscattato Napoli con la sua genialità», dice il sindaco De Magistris.

Il miglior giocatore del XX secolo secondo la FIFA insieme a Pelè. «Diego era capace di cose che nessuno avrebbe potuto eguagliare. Le cose che io potrei fare con un pallone, lui potrebbe farle con un’arancia», disse di lui Michel Platini.

Sono bastati tre minuti nel secondo tempo del quarto di finale ai Mondiali 1986 contro l’Inghilterra per farlo passare alla storia: prima la rete segnata con la mano, la ‘Mano de Dios’, poi lo slalom e il goal passato alla storia come ‘il gol del Secolo’.

Maradona inizia da professionista nell’Argentinos Juniors a soli 16 anni nel 1976. Poi nel Boca Juniors. Nel 1981 vince un Campionato di Apertura 1981. Arriva al Barcellona, con cui vince solo una Coppa del Re., ma  subisce un infortunio. Nel 1984, passa al Napoli per 13 miliardi e mezzo di lire. Con il Napoli, Maradona vince due studenti, una Coppa Uefa, una Coppa Italia e una Supercoppa italiana.

Rivediamo i miracoli sul campo del Pibe de Oro.

(Video YouTube)

http://https://youtu.be/_ipl1mInKbY

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->