giovedì, ottobre 18

Accordo tra Paypal e Auchan Retail Italia, la spesa diventa più smart Questa novità consente di pagare la spesa effettuata sul sito Auchan anche attraverso un account Paypal

0

Le società Paypal e Auchan Retail Italia hanno siglato un accordo che consente ai clienti di Milano, Piacenza, Bergamo e Olbia Tempio di rendere più smart la spesa quotidiana effettuata online. Questa novità consente di pagare la spesa effettuata sul sito Auchan anche attraverso un account Paypal. Un sistema di pagamento che si aggiunge a quelli tradizionali legati alle carte di credito e che è decisamente semplice e veloce da utilizzare.

Fare un pagamento attraverso Paypal è davvero semplice, basta visitare il sito web della catena di supermercati Auchan e una volta riempito il carrello selezionare il metodo di pagamento prescelto, con la possibilità di scegliere anche il luogo e l’ora precisa di recapito a domicilio della spesa effettuata, oppure, in alternativa, scegliere il ritiro gratuito presso un punto vendita Auchan o MyAuchan o nei supermercati Simply, IperSimply e PuntoSimply.

Questa novità è al momento attiva nelle sole province di Milano, Bergamo, Piacenza e Olbia Tempio Pausania, nel corso dei prossimi mesi sarà estesa anche a nuove province e punti vendita in tutta Italia. Unitamente a questo, la spesa online da Auchan permette di partecipare anche a un concorso a premi. Fino al 30 settembre, chi acquisterà online mediante Paypal potranno vincere tre voucher di spesa del valore di mille euro, che saranno sorteggiati tra tutti i partecipanti e spendibili fino alla data del 31 marzo 2019.

Con queste novità la spesa online diventa sempre più comodo e facile, e l’e-commerce incomincia ad attirare anche i prodotti alimentari, dopo che negli altri settori ha fatto segnare una crescita vertiginosa nel corso degli ultimi anni. Sempre più italiani si affidano all’ acquisto online per ogni genere di prodotto, potendo contare su una maggiore velocità di acquisto, prezzi migliori e una vasta selezione di prodotti dello stesso genere.

Un’ampia scelta che non manda in difficoltà gli acquirenti, che sulla rete trovano strumenti utili come  https://recensionisulweb.com, un riferimento per mettere a confronto prodotti dello stesso genere, che offre tantissime recensioni e test su prodotti di vario genere, semplificando e rendendo più piacevole e veloce le scelte di acquisto online, accompagnando l’utente verso uno shopping consapevole e sicuro.

Auchan è convinta che questa partnership tra i servizi di vendita e Paypal migliorerà l’esperienza di acquisto dei clienti, fornendo una nuova modalità di pagamento molto diffusa nell’ambito web. Un servizio che va a implementare il progetto di trasformazione digitale, iniziato negli ultimi mesi, e che si pone l’obiettivo di essere sempre vicini al cliente con un occhio anche al futuro dell’innovazione del settore.

Un settore, quello della vendita di generi alimentari, che va nella direzione del web, un percorso già fatto in precedenza dalla maggior parte degli altri settori come l’elettronica e l’abbigliamento. L’e-commerce è in continua crescita negli ultimi anni con incrementi a doppia cifra, e con  la continua diffusione dei dispositivi mobile, numeri che sono inevitabilmente destinati a toccare nuovi massimi, con il web che diventerà presto il fulcro del commercio a livello internazionale.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore