sabato, Dicembre 4

Accadde Oggi: Cambogia, abdicazioni…particolari 2 marzo 1955: re Norodom Sihanouk abdica in favore del padre

0

Abbiamo visto abdicare re in favore dei propri figli, cugini, nipoti, fratelli. Alcuni sovrani, come nel caso limite di Papa Benedetto XVI, abdicano in favore di persone verso cui non sono legati da alcun legame di parentela.

Molto più raro è invece assistere ad abdicazioni come quella del sovrano cambogiano Norodom Sihanouk, che, il 2 marzo 1955, lasciò il trono di re di Cambogia in favore di Norodom Sihamoni, suo padre. Successore di Sisowath Monivong, suo nonno materno, Norodom Sihanouk venne scelto come re anche grazie all’appoggio francese, di cui la Cambogia era un protettorato: il giovane veniva ritenuto più manovrabile, anche a causa della sua condotta di vita piuttosto stravagante. Questo calcolo si rivelò, tuttavia, errato, dato che appoggiò la lotta nazionalista e riuscì a ottenere, nel contesto mondiale della decolonizzazione, l’indipendenza del suo Stato. Subito dopo lasciò, così, il trono per diventare Primo Ministro del suo Paese, un ruolo che ricoprì per ben 10 volte nell’arco della sua vita.

Alla morte del padre, tornò a essere monarca della Cambogia, ma con il titolo di principe, perché frange dell’aristocrazia locale non accettavano un re che aveva già abdicato. Dovette però ricredersi nel 1993, quando, in seguito all’abbattimento del regime dei Khmer rossi (che aveva alternativamente appoggiato e combattuto), Norodom Sihanouk divenne, per la seconda volta, re. Non capita a molti di essere due volte re del proprio Paese e ancor meno persone possono dire di avere abdicato due volte nella propria vita: Norodom Sihanouk è fra questi. E, volendo trovare la curiosità nella curiosità, è probabilmente l’unico essere umano ad avere abdicato due volte in favore di due persone con lo stesso nome! Anche nel 2004 (anno della sua seconda abdicazione, per contrasti con il Primo Ministro Hun Sen) il suo successore si chiamava Norodom Sihamoni, suo figlio e attuale re della Cambogia. Sihanouk si dilettava anche nella musica e nel cinema: ecco nel video una delle sue esibizioni.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->