martedì, Settembre 28

Accadde Oggi: Bush sr, che imbarazzo! 8 gennaio 1992: George Bush sr. vomita addosso al Primo Ministro giapponese

0

Nella nostra vita capita, almeno una volta, di fare una figuraccia, di mettersi in imbarazzo, anche involontariamente, senza avere una colpa particolare. Ci si ritrova poi a fare i conti con il proprio orgoglio, ai minimi storici di autostima, affrontando lo sguardo irridente di chi ha assistito, divertito, impressionato o disgustato alla scena. Per quanto ci si scusi e per quanto si ottengano risposte assolutorie in cambio, rimarrà sempre quella sensazione di disagio, perlomeno nelle volte in cui ci si rivede con i testimoni delle nostre magre figure.

Ne sa qualcosa il 41° Presidente degli Stati Uniti d’America, George Bush sr., che, l’8 gennaio del 1992, si è reso protagonista di un episodio quantomeno spiacevole. Il successore di Ronald Reagan, eletto nel 1989, era in visita ufficiale in Giappone. Era un periodo difficile per la sua presidenza: alcune sue scelte in ambito di politica fiscale gli stavano facendo perdere il sostegno dell’ala più conservatrice del Partito Repubblicano e di ampi strati del proprio elettorato, che vedeva tradita la promessa, fatta in campagna elettorale, di non creare nuove tasse (da sempre cavallo di battaglia dei repubblicani).

Durante la sua permanenza nel Paese del Sol Levante, il Presidente si ammalò e, durante la cena ufficiale, al cospetto del Primo Ministro giapponese Kiichi Miyazawa, accadde l’irreparabile: Bush sr. ebbe un malore e, svenendo sulle gambe del Primo Ministro del Giappone, gli vomitò addosso. Miyazawa, non si scompose, e si prodigò anzi per assistere il suo illustre commensale. Sulle prime, si notò una certa preoccupazione circa le condizioni di salute del Presidente americano, tanto che, una volta appurate le condizioni di salute non gravi di Bush (probabilmente una semplice forma influenzale), gli astanti sciolsero la tensione in un applauso di sollievo.

Quel che rimane è il fatto che il povero Presidente Bush sr., sotto gli occhi di centinaia di testimoni diretti e davanti alle telecamere di tutto il mondo, abbia incolpevolmente vomitato sulle gambe del Primo Ministro giapponese e oggi, a 26 anni di distanza, ancora ne parliamo.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->