lunedì, Aprile 19

A Berlino il primo centro di accoglienza per rifugiati Lgbt field_506ffb1d3dbe2

0

Ha aperto i battenti a Berlino il primo centro di accoglienza per rifugiati Lgbt. Ad inaugurarlo l’ente Schwulenberatung, che si occupa di assistenza per omosessuali da oltre 30 anni. «Hai bisogno di aiuto o di informazioni? Siamo gay anche noi, risponderemo alle tue domande e ti aiuteremo a cercare la persona a cui rivolgerti: un medico, un avvocato, un insegnante di lingua, uno psicoterapeuta», si legge nel messaggio. Una esigenza quella di aprire anche ai profughi questo centro dopo i tanti episodi di discriminazione e violenza in Germania negli ultimi mesi (vedi Colonia). «Trattiamo tutte le informazioni che ci vengono fornite con estrema attenzione. Parliamo inglese, arabo, tedesco, spagnolo e francese, ma con il supporto di amici possiamo cimentarci anche in altre lingue. Attraverso di noi i migranti lgbt possono entrare in contatto tra loro, trovare informazioni e aiutarsi a vicenda», dice il centro a Redattore Sociale. E in primavera (verso marzo), nascerà un secondo centro d’accoglienza solo per i rifugiati lgbt, gestito proprio da Schwulenberatung, che ospiterà tra le 100 e le 120 persone.

(video tratto dal canale Youtube di RT)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->