giovedì, Ottobre 28

5 Febbraio

0
5 Febbraio 1936: prima mondiale del film ‘Tempi Moderni’ di Charlie Chaplin. Film vertice della carriera del grande regista americano, l’ultimo in cui interpretò il vivace Vagabondo Charlot, ‘Tempi Moderni‘ venne proiettato per la prima volta al Teatro Rivoli di New York. Una satira efficace sull’ alienazione dell’uomo nei confronti della macchina, i cui movimenti rimangono estranei al processo di produzione nell’era della industrializzazione (Clicca qui per vedere il video. Seguici anche su Youtube!)Scettico per quanto riguarda l’avvento del sonoro, benchè ampiamente in uso all’epoca, Chaplin decise di girare il film parzialmente muto, se si escludono i rumori delle macchine e la voce del protagonista che canta la canzone ‘non sense’ ‘Je cherche après Titine. Quello che spicca nella narrazione della storia è la mancanza di espressività nei direttori e nei lavoranti all’interno delle fabbriche che viene ridicolizzato dalla gioia dei protagonisti. Un film sugli aspetti più scomodi della modernità e sullo sfruttamento sociale dell’era capitalistica, inserito nel 1989 nella  National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->