giovedì, Maggio 6

4 Dicembre: Sera

0

4 Dicembre 1923: apre le porte il ‘Cotton Club’. Famoso night club di New York , svolse la sua attività durante l’era del proibizionismo. Fondato dal gangster Owney Madde, il locale dovette la sua fama alle esibizioni dei grandi artisti jazz afroamericani dell’epoca, come Duke Ellington, che si esibiva regolarmente nel locale. Nonostante la presenta fissa di artisti di colore, il Cotton Club vietava di fatto l’ingresso ai neri. Oltretutto, gli spettacoli del club riproducevano l’immaginario razzista di quei tempi, dipingendo le persone di colore selvaggi che vivevano in giungle esotiche o come schiavi nelle piantagioni. Infine  imponeva anche un particolare requisito circa la carnagione delle ragazze del coro, che dovevano essere “tall, tan and terrific”,  cioè avere pelle chiara e meno di 21 anni. Nonostante tutto, il Club fece la fortuna di numerosi artisti  come  Fletcher Henderson (nel cui complesso suonava un giovane Louis Armstrong) e il già citato  Ellington che ottene la fama nazionale grazie alle trasmissioni radio in diretta dal locale, consentendogli di poter pretendere dai dirigenti del Cotton Cub una modifica sulla sua politica di esclusione del pubblico di colore. Il club chiuse definitivamente nel 1940,  non più in grado di sopportare ne il prezzo del costo degli affitti ne di tenere il passo al cambiamento nei gusti musicali della nuova generazione americana.

onu

4 Dicembre 1945: il Senato degli Stati Uniti approva che la sede ONU sia su territorio statunitense. Fondata il 24 ottobre 1945 dopo la ratifica dello Statuto da parte dei cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza (Cina-Taiwan, Francia, Unione Sovietica,Regno Unito e Stati Uniti),l’Organizzazione delle Nazioni Unite sorsero sulle ceneri di quella che era stata la Società delle Nazioni. Il 1 gennaio 1942, i rappresentanti di 26 nazioni in guerra proclamarono la loro adesione alla Dichiarazione delle Nazioni Unite e in quest’occasione venne utilizzato il termine ‘Nazioni Unite” per la prima volta, da parte del Presidente Roosevelt. Con la Conferenza di Mosca del 1943, i rappresentanti di Regno Unito, Cina, Unione Sovietica e Stati Uniti ratificarono la ‘Dichiarazione sulla sicurezza generale’ ,  nella quale si prevedeva la creazione di un’organizzazione internazionale per il mantenimento della pace e della sicurezza, idea elaborata e programmata nel corso delle altre conferenze fino al 1945. In tali sedi,  le quattro potenze si accordarono sugli scopi, la struttura e il funzionamento dell’organizzazione. Con la Conferenza di San Francisco (25 aprile 1945), vennero elaborati i 111 articoli della Carta che fu adottata all’unanimità il 25 giugno 1945 dai 50 Stati partecipanti. Il 4 dicembre dello stesso anno,  il Senato e la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti richiesero che la sede delle Nazioni Unite fosse negli Stati Uniti. La richiesta fu accettata e la sede fu costruita a New York sulle rive dell’East River ,su un terreno acquistato tramite una donazione di 8,5 milioni di dollari da John D. Rockefeller, Jr.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->