Brexit, Farage: “non abbiamo votato per un accordo transitorio”

L’ex leader di UKIP (United Kingdom Independence Party), Nigel Farage, continua a criticare il Governo di Theresa May per la «completa mancanza di visione» che renderebbe tortuoso il lungo processo per l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.

Farage afferma che il popolo britannico «non ha votato per un accordo transitorio, né per la Corte Europea di Giustizia che continua a imporre decisioni sugli affari di questo Paese, né per i confini aperti, né per continuare a pagare». La polemica è dovuta ai tempi delle negoziazioni, dilatati dall’incertezza di Theresa May e dalle numerose e diverse posizioni interne anche allo stesso schieramento per il ‘brexit’ (hard brexit, soft brexit).

«Ci sono voluti nove mesi per attivare l’articolo 50, per motivi che non ho ancora compreso, per sentirci poi dire di aspettare altri due anni per la sua implementazione […] e adesso ci dicono di aspettare altri due o tre anni», ha lamentato Farage ai microfoni del quotidiano britannico ‘The Telegraph‘.