domenica, dicembre 16

2017: ecco alcuni dei momenti più importanti Tra 'scandalo Weinstein' e primo anno di presidenza Trump

0

Non poteva mancare, tra i momenti salienti del 2017 , lo ‘scandalo Weinstein’ : diverse attrici, anche italiane come Asia Argento, hanno denunciato gli abusi subiti da parte del produttore di Hollywood; si sono coalizzate in un movimento di protesta collettiva, #Metoo, premiato dal Times come ‘Persona dell’ anno’.

A contraddistinguere il 2017, anche il primo anno di presidenza Trump. Il tycoon newyorkese, eletto l’ 8 dicembre 2016, si è insediato il 20 gennaio 2017. Innumerevoli, nel corso di questi mesi, le novità che l’ amministrazione Usa ha introdotto sia nella politica interna che nella politica estera: nel primo livello, non può essere dimenticata la riforma fiscale, approvata da tutto il Partito Repubblicano, che abbassa l’ aliquota al 35% e la fine dell’ Obamacare, ovvero il sistema sanitario assistenziale per tutti. A caratterizzare questi primi dodici mesi di amministrazione Trump, anche lo scandalo ‘Russiagate‘ che ha coinvolto parte della sua famiglia e del suo staff, di cui alcuni costretti alle dimissioni, accusati di aver avuto contatti con il Cremlino durante la campagna elettorale. A livello di politica estera, si ricordano i tanti momenti di tensione con il regime di Pyongayang, per via del suo programma nucleare.

Da ricordare anche il massacro di Las Vegas, una vera e propria strage che ha portato alla morte 58 persone. A fare fuoco Stephen Paddock, sessantaquattrenne nato a Clinton in Iowa, che aveva soggiornato all’interno del Mandalay Bay Hotel per quattro giorni tenendo con sé dieci valigie, piene di armi da fuoco

Numerosi anche gli episodi di attacchi terroristici che hanno stravolto diverse capitali del mondo.

 

(Video tratto dal canale Youtube IBTimes UK)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore