giovedì, Maggio 13

2008-2014: sei anni passati inutilmente (o quasi) Il crollo economico di sei anni fa e la realtà di oggi

0
borsa-wall-street
 
L’epocale scoperta delle radici marcite del capitalismo, statunitense e non solo, del 2008,  ha insegnato molto poco. O meglio, a sei anni di distanza, con anniversario non degnamente celebrato come avrebbe invece meritato, ha insegnato, tanto, una sola cosa. Che il sistema dell’accumulazione del capitale si difende intrinsecamente. E può pure individuare qualche pecora nera che ha ecceduto, ma la struttura non paga e non intende pagare mai i propri debiti. Si difende e si autodifende totalmente, eliminando o ignorando le proprie pratiche aporie.
 
Così oggi i ricorrenti tonfi delle borse, gli scontri nazionali, europei, mondiali, dimostrano che la tara è alla base, ed erano senza base gran parte dei primi teorici e sociologi.
 
Si fermò una macchina, si aprì una portiera, non ne scese nessuno…    Riunione straordinaria a Villa d’Este del Fondo Monetario Internazionale, Banca Europea, WTO, i principali capi dei grandi gruppi imprenditoriali mondiali, economisti, statisti e statistici, per affrontare la grave situazione economica. Nel silenzo e nell’attesa generale arrivò una Bentley, si aprì una portiera, non ne scese nessuno. Era l’etica del capitalismo. 

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->