giovedì, Settembre 23

1 Dicembre: Mattino

0

divorzio-300x183

1 Dicembre 1970: il Governo italiano approva la legge sul divorzio. Introdotta con il nome di legge ‘Fortuna-Baslini’ , dai nomi degli esponenti del Partito liberale e del Partito socialista Loris Fortuna e Antonio Baslini, che promossero l’iniziativa, questa leggeva consentiva di sciogliere il vincolo matrimoniale, da dopo l’Unità d’Italia (il divorzio, infatti, era consentito nel Regno di Napoli di Gioacchino Murat). Nonostante vari tentativi portati avanti da politici prima della Seconda Guerra Mondiale e i mutamenti sociali che si svilupparono nel dopoguerra, l’Italia rimase a lungo senza una legislazione sul divorzio, a causa specialmente dell’influenza della Chiesa Cattolica. Mentre le persone facoltose potevano rivolgersi al Tribunale ecclesiastico della Sacra Rota, oppure registrare in Italia i divorzi sentenziati in Paesi esteri, quelle meno abbienti che si separavano dovevano  rassegnarsi a non poter regolarizzare le nuove unioni o a riconoscere i figli nati dal secondo legame. Nel 1965, il Partito Radicale indisse una serie di manifestazioni di protesta per sensibilizzare l’opinione pubblica circa il problema del divorzio, specialmente nel 1969, insieme alla Lega italiana per l’istituzione del divorzio (LID), il partito si mobilitava in una continua azione di pressione sui parlamentari laici e comunisti. Per questo motivo Fortuna e Baslini decisero di presentare il disegno di legge, che venne approvato nonostante l’opposizione della Democrazia cristiana e del Movimento sociale italiano, sopravvivendo anche al referendum abrogativo del 1971 indetto dagli antidivorzisti.

ford

1 Dicembre 1913: la casa automobilistica statunitense Ford introduce la prima catena di montaggio. Il processo di assemblaggio utilizzato nelle moderne industrie aveva l’obiettivo di ottimizzare il lavoro degli operai e a ridurre i tempi di lavoro connessi con il montaggio di manufatti complessi. In realtà il concetto stesso della catena di montaggio risale ad un periodo precedente al 1913. Già dai primi anni dell’800, infatti, nei cantieri della marina militare britannica, con l’inventiva dell’ingegnere britannico Marc Isambard Brunel si cominciavano ad avere le prime applicazioni di catena di montaggio in ambito militare. Solo nel 1913, tuttavia, la catena di montaggio assurse ad essere una procedura standard, e iniziò ad essere utilizzata nell’industria manifatturiera civile. Tuttavia, la prima automobile a cui fu applicato questo sistema di produzione fu la Oldsmobile Curved Dash, prima vettura di massa ad essere commercializzata.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->